Con ANFFAS alla riserva locale “Barucchelli”

Dopo il primo appuntamento al lago Pudro nel mese di maggio e dopo esserci cimentati nell’orientamento nel territorio in occasione della giornata “Trail-O di sabato scorso, martedì 8 giugno la “ReteAperta” con e per i ragazzi di ANFFAS Trentino ha fatto tappa alla riserva locale “Barucchelli”, all’estremità occidentale del lago di Levico.
Un pomeriggio in un angolo poco conosciuto ma molto caratteristico del lago per parlare di germani, folaghe, bisce d’acqua e, più in generale, di ambiente naturale.
Il tutto in un luogo che, come dimostra la foto (assolutamente non ritoccata!), sembra più un fiordo norvegese che un lago trentino, con i boschi a fare da quinte a uno scenario idilliaco.
E per concludere il pomeriggio un bel quiz di autoverifica per appurare se sapremmo riconoscere l’airone cenerino, la gallinella d’acqua, la cannaiola e qualche altro animale tipico della zona.
Un momento di formazione ambientale, quello di martedì, che fa parte anche del percorso del progetto Erasmus+ ORNAT2000, iniziativa che coinvolge partner di Italia, Bulgaria, Lituania e Ungheria e che ha l’obiettivo di far conoscere le aree protette tramite la disciplina sportiva dell’orienteering anche e soprattutto alle persone con difficoltà.
Il prossimo appuntamento della “ReteAperta” sarà martedì 15 giugno alla Riserva naturale provinciale -nonché sito “Natura 2000”- di “Fontanazzo”, all’estremità orientale della Valsugana.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn