Con il meeting finale a Sofia si chiude ORNAT2000

Dopo due anni di attività (con in mezzo il COVID e la guerra in Ucraina che di certo non hanno semplificato le cose) si è praticamente concluso il 29 e 30 novembre scorsi il progetto Erasmus+ “ORNAT2000” che ha visto impegnati cinque partner europei nel valorizzare l’importanza dell’ambiente in Europa e nel far conoscere le aree “Natura 2000” attraverso uno sport prettamente ambientale come è l’orienteering, tenendo d’occhio anche le necessità di chi ha una qualche disabilità e mettendo quindi l’accento sulla disciplina del Trail-O, che potremmo definire “l’orienteering per tutti”.
Meeting finale quindi ospitato a Sofia a fine novembre 2022 da “Champions factory”, la ONG partner bulgara del progetto, assieme all’ASD Orienteering Crea Rossa di Roncegno Terme per l’Italia, il centro giovanile di Marjiampole per la Lituania e la Federazione di orienteering della contea di Vas per l’Ungheria. Coordinatore del progetto è la Comunità Valsugana e Tesino.
L’appuntamento finale di Sofia ha visto i partner impegnati a “tirare le fila” di quanto fatto, definendo i dettagli delle attività conclusive che consentiranno di predisporre il report finale da consegnare alla Commissione europea.
La due giorni bulgara ha inoltre visto l’interessante visita alla National Sport Academy “Vassil Levski” di Sofia, la struttura nata 80 anni fa che offre corsi di laurea e master a tema sportivo.

Nei suoi due anni di attività Il progetto ORNAT2000 ha portato alla raccolta di una trentina di buone pratiche di validi progetti realizzati in diverse regioni europee imperniati sul collegamento di almeno due fra i temi dello sport, dell’ambiente e dell’inclusione sociale.
In ciascuna delle regioni partner sono stati organizzati dei corsi di formazione rivolti a tecnici di orienteering e a operatori del sociale per aiutare a facilitare l’avvicinamento di persone con disabilità a questa disciplina sportiva nella natura.
Ogni partner ha inoltre organizzato almeno un “evento locale” di introduzione al Trail-O e ha realizzato delle mappe per la pratica dell’orienteering e del Trail-O in aree poste nelle immediate vicinanze (in alcuni casi all’interno) di riserve facenti parte della rete europea “Natura 2000”.
Le gare internazionali di corsa orientamento e di Trail-O organizzate in Trentino ad inizio ottobre 2022 sono state il momento principale dell’evento finale del progetto.
Un video finale, oltre a raccogliere i risultati del progetto, potrà servire da strumento per aiutare a far avvicinare al Trail-O in particolare le persone con disabilità.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
12