I ragazzi ANFFAS guide per gli amministratori

La Conferenza della Rete di Riserve del fiume Brenta tenutasi mercoledì 21 settembre a Pergine Valsugana nella sede della Comunità Alta Valsugana e Bersntol è stata preceduta da una visita alla riserva naturale del Lago Pudro con delle guide di eccezione.
I rappresentanti degli enti partecipanti alla Rete, guidati dal presidente Enrico Galvan, sono stati infatti introdotti dai ragazzi del “GAP-Gruppo Ambiente Pulito” di ANFFAS Trentino ai segreti e alle particolarità di questa interessante area protetta.
Accompagnanti dai responsabili ANFFAS Gianluca Primon e Veronica Comin e da Alessandro, Erica e Paula, i ragazzi Stefania, Silvia, Roberta, Martina, Francesco e Marco hanno prima presentato il loro gruppo con le attività che stanno portando avanti, per poi “interrogare” i presenti per testare le loro conoscenze in campo ambientale.
Sono poi passati a illustrare l’origine del lago Pudro e a presentare le caratteristiche vegetazionali di quest’area: un’antica torbiera sfruttata fino a qualche decina di anni fa per estrarre appunto la torba, caratterizzata da una struttura vegetale particolare: l'”aggallato”, che come un materasso galleggia su una parte del lago ospitando specie di notevole interesse come la Liparis e anche due piante carnivore quali la drosera e l’utricolaria.
Non meno interessante la parte faunistica, che i ragazzi hanno illustrato dopo aver interagito con gli amministratori chiedendo quali sono gli animali che secondo loro vivono nella area protetta e ricordando la presenza di specie quali ad esempio l’airone cenerino, la cannaiola e lo svasso che qui trovano le condizioni ideali per vivere.
In conclusione non sono mancati alcuni suggerimenti agli amministratori locali, invitandoli a promuovere fra i cittadini il rispetto dell’ambiente, la protezione delle aree naturali e il rispetto per tutti i tipi di diversità.
Il pomeriggio al lago Pudro è diventato così un momento di restituzione del lavoro che i ragazzi di ANFFAS Trentino stanno portando avanti da tempo assieme alla Rete di Riserve del fiume Brenta e che si è concretizzato con alcuni incontri in aula seguiti da uscite alle riserve di Inghiaie, Fontanazzo, Barucchelli, alla valle del Centa e, naturalmente, alla riserva del lago Pudro, visitata più volte anche con un obiettivo specifico: il “Gruppo Ambiente Pulito” di ANFFAS e la Rete di Riserve del fiume Brenta nei mesi scorsi hanno infatti realizzato un interessante video di presentazione di quest’area protetta (disponibile sulla pagina Facebook della Rete), poco conosciuta ai più ma che presenta alcuni aspetti ambientali e paesaggistici di notevole interesse.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
12