Il Giro della Rete in 13 alberi

Gli alberi sono elementi fondamentali del paesaggio, dell’economia e della vita delle popolazioni.
Possono essere essenze importanti per la produzione di legno e per la difesa dei versanti come il larice, l’abete bianco, l’abete rosso o il faggio, oppure fornitrici di frutti per l’uomo come il melo, il ciliegio o il castagno, o legati a vecchie usanze e attività come il salice da strope o il gelso per la bachicoltura, o ancora piante-simbolo come l’olmo, il tiglio o il platano.
Pensando all’importanza delle specie arboree la Rete di Riserve del fiume Brenta ha lanciato il progetto didattico “Il Giro della Rete in 13 alberi”:
-tredici scuole primarie del territorio della nostra Rete di Riserve;
-tredici alberi, uno per ogni scuola;
-il paesaggio forestale della Valsugana;
-le particolarità della singola specie arborea;
-il collegamento di questa con il territorio e una storia che lega l’albero al paese.
Alcuni incontri di approfondimento con gli alunni, un laboratorio artistico e un monologo teatrale che in chiusura racconterà alcune di queste storie.
Sono questi in estrema sintesi i contenuti dell’iniziativa che sta partendo in queste settimane con la partecipazione delle scuole primarie di Borgo Valsugana, Caldonazzo, Canale di Pergine, Madrano, Marter, Novaledo, “Rodari” di Pergine, Roncegno Terme, Ronchi Valsugana, Strigno, Telve di Sopra, Tenna e Villa Agnedo.
Vi terremo aggiornati sugli “stati di avanzamento”.

foto Riccardo Trentin
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn