Il giro della Rete in 14 alberi

L’idea è nata nell’estate del 2021 dalla lettura de “Il giro del mondo in 80 alberi” di Jonathan Drori e dopo aver assistito al monologo “90 giorni in malga” di Giuliano Comin.
Così abbiamo messo assieme un progetto rivolto alle scuole primarie del territorio della Rete proponendo loro:
1.un incontro introduttivo sul paesaggio forestale della Valsugana;
2.un incontro di approfondimento sulle specie arboree e su una in particolare per ciascuna scuola, con anche una testimonianza su un aspetto che lega una particolare specie arborea al territorio di quel Comune;
3. un laboratorio artistico che doveva portare alla rappresentazione grafica della specie “adottata” da ciascuna classe;
Infine una fase aperta alla popolazione: la realizzazione di un monologo teatrale che partendo da alcune delle storie raccontate in classe, portasse in scena un racconto sugli alberi.

13 i plessi scolastici (14 classi) che hanno aderito: Madrano con due classi e l’approfondimento su noce e ontano nero, “Rodari” (carpino) e Canale (faggio) di Pergine, Tenna (quercia),  Caldonazzo (robinia), Novaledo (sorbo), Marter (pino silvestre), Roncegno (gelso), Borgo (abete bianco), Ronchi (castagno), Telve di sopra-Torcegno (larice), Castel Ivano (abete rosso), Villa Agnedo (salice).

Le attività in classe si sono svolte tra gennaio e maggio 2022 mentre lo spettacolo teatrale intitolato “ALBERI PARLANTI – storie piantate nella terra” è andato in scena nel corso dell’estate 2022.